VIVERE E SOPRAVVIVERE

Ho sempre pensato che ci sia una differenza enorme tra gli individui che vivono appieno la propria vita è quelli che sopravvivono.
Ci sono individui ( e ne ho incontrati tanti ) che si alzano tutte le mattine, vanno a lavoro, tornano a casa, mangiano, si lavano vanno a letto…STOP !
Vivere non è solamente un insieme di azioni automatiche che ripetiamo senza nemmeno chiederci il perché.

Vedo i soggetti che sopravvivono come coloro che non vedono l’ora che la giornata sia finita, vivono passivamente senza avere passioni, hobby o ambizioni, non si amano e non si migliorano.
Sono individui che pensano che terminata la scuola dell’obbligo,
non ci sarà più nulla da imparare o studiare perchè pensano di aver appreso tutto quello che occorre.
E sempre questi soggetti, tenteranno di demolire i vostri sogni ed ambizioni, dicendovi che non ce la farete mai, che non diventerete nessuno,
solamente perchè loro non ne sono capaci.
Ed è proprio da questi soggetti che dovete allontanarvi.

Dovete imparare a vivere, ad assaporare la vita, ad essere curiosi,
a studiare ed imparare nuove cose perchè nella vita non si smette mai di crescere.
Vivere vuol dire accettare le sfide, buttarsi a capofitto nelle imprese più ardue, cadere, rialzarsi e talvolta fallire e rincominciare da capo.
Ed ancora, vivere vuol dire essere disposti a soffrire, a provare dolore,
ad ascoltarsi e analizzarsi.
Chi sopravvive, non si ascolta, non si analizza e si rifiuta di versare una lacrima di sofferenza.
Chi sopravvive sente, chi vive ascolta !
Talvolta siamo talmente presi dalla nostra routine quotidiana,
che dimentichiamo la vera essenza della vita.
Andiamo così di fretta che diamo per scontate moltissime piccole cose…
Non ci soffermiamo mai a guardare un tramonto, ad ascoltare noi stessi,
a leggere un libro o semplicemente ci sediamo in silenzio e ci godiamo quell’istante.
Vivere significa anche rallentare, seguire un ritmo più lento e concedetevi del tempo.
Non lasciate che passino i giorni, i mesi e gli anni senza aver provato cosa significhi realmente vivere intenzionalmente e appassionatamente.
Smettete di dirvi che non ce la farete mai a fare qualcosa,
iniziate a farla e basta.
Procastinare non vi servirà a nulla e non vi porterà da nessuna parte.

Smettete di giudicare voi stessi.
Se volete vivere veramente, dovete credere in voi stessi,
impegnarvi a vivere ogni giorno la vita che volete e a diventare la persona che volete essere.
Sviluppate un senso di amore nei vostri confronti.
Accettate il fatto che ognuno di noi è perfetto/imperfetto a modo suo.

Smettete di giudicare gli altri.
Non criticate gli altri, cercate di vedere invece le loro doti e le loro qualità.
Siate degli ottimi ascoltatori, e se dovete offrire dei consigli non attaccate le persone, rispettate il loro punto di vista.
Il più delle volte chi vi parla, vuole solo essere ascoltato e nient’altro.
Vivete la vostra di vita e siate gentili con chi vi circonda.
Eliminate tuttavia, quelle presenze negative, che si lamentano continuamente e che non apportano nulla alla vostra vita.

Ho imparato a vivere e non a sopravvivere, con l’uso degli strumenti di cui ho già parlato in precedenza che hanno elevato la mia autostima
( meditazione, affermazioni e pensiero positivo).
Imparate anche ad accettare che la vita perfetta non esiste,
ma questo vale per tutti nessuno escluso, esiste un equilibrio,
ed esiste la vita dei vostri sogni (che non sarà necessariamente uguale a quella di un altra persona).
Ed è proprio la vita dei vostri sogni che dovete vivere ogni singolo giorno.
Tutti proviamo sconfitta e dolore, ma dobbiamo rialzarci come  una fenice che rinasce dalle proprie ceneri.

Sopravvivere è molto più facile che vivere senza dubbio.
Chi sopravvive pensa che il destino sia già scritto e che non potrà fare nulla per invertire la rotta e resta pertanto nella sua zona di confort
attendendo che la fortuna gli capiti…
Vivere significa invece, prendere il timone e invertire la rotta, assumere il controllo della propria esistenza per migliorarla.
Chi vive, crede nello sviluppo personale e si migliora mentalmente e fisicamente.
Chi sopravvive invece, ha bassa autostima e si ripete costantemente frasi come : non sarò mai magro/a, non mi piaccio, non ce la farò mai ad essere chi voglio…
Nulla di più sbagliato ! Siamo quello che pensiamo !
Invece di pensarla in questo modo, vi dovete chiedere se abbiate mai fatto qualcosa per diventare come volete essere.
Nella vita nulla vi pioverà dal cielo senza faticare!
La vita è azione, stando fermi non otterrete nulla !

Uscite dalla vostra zona di confort e iniziate a vivere,
non abbiate paura dei cambiamenti.
Impegnatevi a cambiare qualcosa che non vi piace,
perchè solo voi potete farlo.
Ed ora chiediti, ed accetta la risposta, tu a quale categoria appartieni ?

Vivi o sopravvivi ?


Lascia un commento