VIVERE IN MODO SOSTENIBILE E CONSAPEVOLE

Essere minimalisti vuol dire anche vivere consapevolmente ed essere coscienti che la nostra vita ha un impatto su questo pianeta.
Il nostro compito è limitarlo in quanto le risorse su questa terra non sono infinite. Bisogna essere coscienti che ogni singolo gesto conta, e che dobbiamo essere grati a questo incredibile pianeta che ci nutre e ci da ossigeno.
Il minimalismo mi ha portata verso una vita sostenibile.
Sono sensibile ad argomenti come lo sfruttamento animale, l’inquinamento atmosferico e la plastica che invade i nostri mari.
Ho sostituito prodotti di uso comune con articoli in materiali ecologici e biodegradabili.
Ecco cosa faccio quotidianamente per essere più sostenibile:

1) ACQUA
Non compro più acqua in bottigliette in plastica da ormai 7 anni.
Uso un depuratore, ma va benissimo anche la classica caraffa filtrante o le casette dell’ acqua comunali.
Anche quando sono i giro porto sempre dietro con me il mio thermos con l’acqua filtrata e non la acquisto nei distributori.

2) FRUTTA E VERDURA
Non acquisto frutta e verdura in confezioni o pellicole in plastica.
La compro sfusa o in sacchetti di cartone o confezioni biodegradabili come la fibra di mais. Se non trovo qualcosa che mi serve sfuso non lo compro piuttosto o vado da un’ altra parte !
Nei negozi biologici si trovano anche legumi, frutta secca, semi, riso e pasta sfusi. Al momento ho provato i legumi sfusi e mi riprometto di provare anche il resto !

3) PRODOTTI PER L’ IGIENE PERSONALE
Ho sostituito il comune spazzolino in plastica con uno spazzolino in legno di bambu completamente riciclabile nell’ umido.
Invece delle comuni spugne ho acquistato una spugna naturale di luffa e mi trovo benissimo in quanto funge anche da scrub.
Al posto dei classici dischetti struccanti sto utilizzano una spazzolina morbida per il viso in legno di olivo.
Potete trovare anche i dischetti struccanti lavabili in lavatrice se preferite.
Sto eliminando i saponi in flacone rigido ed utilizzo le saponette solide.
Anche per bagnoschiumi e shampoo ho intenzione di provare le loro alternative solide.
Per molti prodotti si tratta di mettersi in gioco e stravolgere le proprie abitudini. Ma se siete motivati e credete veramente che un cambiamento sia possibile, partite da una piccola cosa e vi renderete conto che non tornerete più indietro.

4) DETERSIVI PER LAVATRICE
Ho iniziato a provare il detersivo alla spina e in alternativa se non ho la possibilità di prendere quello non acquisto più i flaconi in plastica rigida ma le ricariche in confezione morbida.

5) CAFFE’
Uso cialde del caffè in alluminio e quando le ho utilizzate le porto in appositi centri di riciclaggio oppure se non ho la possibilità le apro ed uso il caffè come concime per piante e riciclo l’involucro in alluminio.
Non compro più caffè presso i distributori di bevande, ma porto il mio thermos fatto a tazza in ufficio, onde evitare di utilizzare bicchiere e bastoncino in plastica usa e getta ogni giorno !

6) SPUGNE DA CUCINA
Al posto delle classiche spugne da cucina utilizzo una spazzolina in legno con testine intercambiabili.
Le trovate anche su Amazon, io mi trovo benissimo e non tornerò più
indietro.
Le lascio immerse in acqua calda con bicarbonato e limone per disinfettarle.

7)OGGETTI VARI DA CUCINA
Ho abolito contenitori in plastica già anni fa, utilizzo solo contenitori in vetro con tappo in legno per conservare i cibi.
Al posto delle classiche ciotole ed insalatiere in plastica ho acquistato ciotole in legno e le trovo estremamente ecologiche ed esteticamente appaganti.
Ho acquistato cucchiaini in legno, posate per insalata in legno, tovagliette per la colazione in vimini, sottobicchieri in legno e mollette chiudi pacchi in ovviamente sempre in legno !
La maggior parte di questi prodotti li prendo da IKEA, e devo dire che sono prodotti validi dei quali sono soddisfatta !

8) CARTA IGIENICA
Ci sono delle valide alternative alla carta igienica confezionata in plastica.
Su Amazon ho trovato la carta igienica confezionata in cartone oppure in materiale riciclabile ( vi lascio sotto i link).

Altri piccoli consigli che potete seguire per intraprendere una strada sostenibile sono:
– Chiudere l’acqua mentre ci si lava i denti o mentre si e in vasca o sotto la doccia a insaponarsi
– Usate lampadine a risparmio energetico
– Non tenete alto il riscaldamento, indossate una felpa in più o aiutatevi con fonti di calore sostenibili come il bioetanolo ( nell’articolo dedicato al decluttering del salotto trovate il link per due camini a bioetanolo )
– Non sprecate cibo, riutilizzate e inventate nuovi piatti con gli avanzi del giorno prima.
– Quando andate a fare la spesa, portate i vostri sacchetti e se non è possibile prendete sempre quelli biodegradabili o le cassette di cartone che i supermercati buttano.
– Lavate i vostri capi a basse temperature con detersivi ecologici.
– Quando avete vestiti che non utilizzate più donateli o inseriteli negli appositi cassoni
– Mangiate secondo la stagionalità e comprate da agricoltori locali.
Utilizzo Cortilia e mi trovo benissimo, essendo la nostra dieta base vegetale compro la maggior parte degli alimenti con questa azienda.

La strada è ancora lunga e tutti abbiamo sempre da migliorare,
il cambiamento è possibile se lo vogliamo.
E voi ? Cosa fate quotidianamente per essere sostenibili?




Subscribe to our newsletter!

Lascia un commento